Spot kitesurf: l’ITALIA

Nel capitolo dedicato alla penisola italiana oggi ti parlo di alcuni spot che ho visitato in Sardegna. Quest’isola è una perla rara e gode di spiagge e insenature che non hanno nulla da invidiare alle più belle zone caraibiche. Se pensi che è la seconda isola più grande del Mar Mediterraneo, capirai da te che gli sport nautici sono una costante, ed il kitesurf sta assumendo sempre più rilievo sul litorale.

PRO E CONTRO

PRO

  • Vento regolare in alcuni spot

  • Varietà degli spot

  • Bellezza degli spot

  • Attività senza vento

CONTRO

  • Collegamenti tra gli spot complicati

  • E’ consigliato avere una muta tutto l’anno

  • Controllare le previsioni prima di andare

INFO GENERALI

Vento

vento

In Sardegna i venti predominanti sono il Maestrale (Nord Ovest), il Ponente (Ovest) e lo Scirocco (Sud Est).

Il Maestrale soffia in maniera violenta, tra ottobre ed aprile, soprattutto sulla costa settentrionale dell’isola. In estate è spesso un sollievo perché influisce sull’abbassamento delle temperature e del tasso di umidità. Lo Scirocco, invece, soffia maggiormente nei mesi estivi a causa dell’aumento dell’afa, e colpisce maggiormente il sud della Sardegna.

Da tenere in considerazione è anche il Grecale, vento impetuoso di Nord Est, che colpisce in maniera preponderante la parte nord-orientale dell’isola. È uno dei venti più violenti della penisola italiana e della Sardegna.

Il vento puà soffiare da 6-7 a più di 50 nodi.

Temperatura

temperatura-e-acqua

In Sardegna sono ben scandite le quattro stagioni.

In estate, tra giungno e agosto, il clima è piuttosto caldo con temperature che variano tra i 17° – 32°.

In autunno (settembre-ottobre) e primavera (aprile-maggio) le temperature scendono di qualche grado ma restano miti, tra i 8° – 24°.

In inverno, tra novembre e marzo, le temperature possono scendere drasticamente e sfiorare gli 0°. Novembe e marzo sono però i due mesi più ballerini che possono riservare buone sorprese con giornale non particolarmente fredde.

La temperatura dell’acqua è abbastanza calda da luglio a settembre (23° – 25°), a giugno e ottobre il mare è fresco (20°), e durante il resto dell’anno freddo (14° – 17°).

Taglia kite

kite-size

In Sardegna il vento può essere adatto all’hydrofoil come al big air. Bisogna prendere controllare le previsioni prima di andare e adattare il materiale di conseguenza. Nei giorni di maestrale o grecale forte, soprattutto in inverno, il vento può facilmente superare i 30 nodi costringendoti ad utilizzare vele più piccole, dalla 7m in giù.

In estate invece, il vento può essere più moderato, e una vela sopra i 9m-10m quadrati è più consigliata.

Piogge

nuvola e pioggia

Le piogge non sono abbonndanti in Sardegna.

Il periodo più piovoso si ha in autunno ed inverno, diminuendo in primavera e toccando il minimo in estate, quando non piove quasi mai.

SPOT VISITATI

Punta Trettu

Simone-punta-Trettu-behind-grass
Freestyle 90%
Freeride 100%
Wave 10%
Big Air 90%

Punta Trettu è considerato dai “locals” come lo spot più bello della Sardegna, e forse d’Europa. Una lingua di sabbia che si adatta a tutte le orientazioni e fornisce una splendida area di flat per il freestyle o le manovre old school.

L’area è talmente grande che gli amanti del freeride potranno sbizzarrirsi raggiungendo perfino l’isola di Sant’Antioco.

Livello

  • Principiante

  • Intermedio

  • Avanzato

Acqua

  • Calma

Vento

  • On – Side on

  • Off – Side off

La lingua si sabbia permette di avere sempre un vento on shore, in base a dove ci si posiziona, il che è ideale per i principianti. Attenzione all’area di decollaggio perché è riparata dalla pineta.

Il mare è calmo o un poco mosso nei giorni di vento forte.

Strutture : lo spot è in una pineta, quindi molto selvaggio. Nelle vicinanza trovate una scuola, il Kite Village Sardegna.

Pericoli : la zona di decollaggio non è delle migliori, il vento entra poco pulito a causa della pineta.

Avvertenza : se si è principianti bisogna osservare l’orientazione e scegliere il lato on shore.

Uno spot unico per il freestyle ed il freeride

Siaggia della Pelosa – Stintino

Simo-stylish-take-off-over-Stintino-tower
Freestyle 15%
Freeride 60%
Wave 70%
Big Air 80%

La spiagga della Pelosa è stata per più volte annoverata come una delle spiagge più belle d’Europa. una lingua si sabbia bianca con la vista direttamente sulla Torre di Stintino. Il luogo è preservato e delle multe sono previste se i turisti cercano di appropriarsi dell’arena.

Con il grecale, vento dominante in questa zona, il mare è per lo più mosso. La violenza della brezza rende il big air la disciplina più adatta. In alcuni casi si possono formare delle onde corrette per il waveriding, soprattutto quando il vento soffia da est (Levante).

Livello

  • Principiante

  • Intermedio

  • Avanzato

Acqua

  • Mossa

  • Onde

Vento

  • On – Side on

Quando il grecale si leva supera facilmente i 30 nodi creando un mare molto mosso. In questo caso per i principianti lo spot non è dei più adatti ed anche chi ha un livello intermediario deve fare attenzione.

La cosa positiva è che il vento soffia verso la spiaggia.

Strutture : in estate la zona è molto turistica. Il centro si Stintino dista pochi minuti di macchina dallo spot.

Pericoli : Rocce che affiorano in alcuni punti.

Avvertenze : Con vento molto forte e on shore saltare lontano dalla riva.

Navigare in acqua trasparente, sabbia bianca e la vista della torre si Stintino non ha prezzo

Altri Spot

Lo spot è situato nella parte settentrionale dell’isola ed è consigliato quando il vento soffia da Sud. È adatto in particolare a chi ama le onde.

Questo spot non è lontano da Punta Trettu e si trova sempre nella parte meridionale dell’isola.

Lo spot sembra essere eccezionale con il maestrale che entra side on shore accompagnandosi però da acqua piatta.

È uno degli spot più conoscouti dell’isola ed è locato nella parte settentrionale dell’isola, davanti alle bocche di bonifacio. Sono presenti due zone: quella a Est, riservata piuttosto ai windsurfer, con vento side off-shore ed acqua piatta, e quella ad ovest con vento side on shore e mare mosso, aperta a tutti.

Durante la stagione estiva lo spot è pieno di gente.

TRASPORTI E ALLOGGIO

TRASPORTI

La Sardegna non è certo conosciuta per l’efficienza dei mezzi di trasporto. Il mio consiglio è di recarcisi con un proprio mezzo di trasporto o affittare una macchina, o ancora meglio un van per poter abbattere anche i costi dell’hotel.

Anche se in alcuni casi le distanze possono sembrare corte, le strade a volte non sono il massimo e i tempi di percorrenza possono allungarsi. Utilizzate google maps per avere un’idea.

Simo-paddle-Cane-Malu

ALLOGGIO

Tutto dipende dagli spot scelti, alcuni sono veramente selvaggi, altri sono locati vicino a dei centri abitati. Due possibilità si aprono, o viaggiare e dormire in van, o cercare degli hotel, airbnb, bed & breakfast o case vacanze.

Personalmente ho fatto entrambi, dormito nel van a Punta Trettu e preso un hotel attraverso Booking a Stintino.

ALTRE INFO UTILI

  • Quanto si spende

    La Sardegna non è un’isola cara, si può mangiare e bere a costi relativamenti bassi nella maggior parte delle zone più selvagge. Se ti rechi nelle zone turistiche i prezzi lievitano e diventano velocemente insostenibili. Ovviamente luglio e agosto, e durante alcuni periodi festivi, i prezzi degli hotel aumentano considerevolmente.

    Una delle cose più care in Italia è il costo della benzina, tra i più cari d’Europa.

  • Come Arrivare ?

    Essendo un’isola può essere raggiunta con l’aereo o con la nave. Abitando nel sud della Francia io preferisco spendere più tempo in nave, circa 15 ore, ma poter imbarcare tutta la mia attrezzatura e la mia macchina. Andando sul sito Direct Ferries avrai un paragone dei prezzi delle maggiori compagnie che svolgono la tratta. Io ho viaggiato con Corsica Ferries.

  • Per chi è consigliata?

    La Sardegna è un paradiso su terra, una delle isole più belle del Meditterraneo. È una destinazione adatta a tutti, sia per il kite che per un viaggio multi attività.

  • Attività extra ?

    La Sardegna è un’isola selvaggia che offre paesaggi differenti, come fiumi, spiagge paradisiache, montagne, gole, grotte, sentieri nel verde, pareti di granito, etc.., dove poter svolgere tutte le attività che vorrete come andare in bici, correre, andare in canoa o Stand up paddle, arrampicarsi, e molto altro.

  • Attività notturna

    L’attività notturna dipende dal periodo scelto e dal luogo esatto. Potrete perdervi nella natura, così come andare a ballare in discoteca tutta la notte.

Simone-jump-among-trees-Stintino

Video Sardegna

GRAZIE PER AVER LETTO

ti è piaciuto…

       Condividilo !